Accusa di doping, Armstrong rinuncia ad altre cause: chiesta la revoca di tutti i sette Tour vinti

agosto 24, 2012 0 Comments A+ a-

Lance Armstrong 
Il campione di ciclismo Lance Arstrong "getta la spugna" dopo aver perso l'ennesimo ricorso contro l'accusa di doping e annuncia che non intenterà altre cause: l'Usada (Agenzia antidoping) ha chiesto la revoca di tutti i titoli vinti dal campione, inclusi i sette Tour de France dal 1999 al 2005. Non potrà più gareggiare in competizioni ufficiali

Pagina molto triste per lo sport: Lance Armstrong, il campione di ciclismo per sette volte consecutive vincitore del Tour de France (un record), ha deciso di "gettare la spugna" dopo aver perso l'ennesimo giudizio contro l'accusa di doping formulata dall'Usada (Agenzia antidoping). 

Pur proclamandosi innocente, il pluripremiato campione non se la sente più di combattere nelle aule giudiziarie. 

Alla notizia dell'annuncio di Armstrong, il Direttore dell'Usada Travis Tygart ha annunciato la revoca di tutti i titoli vinti dal campione di ciclismo, inclusi i sette Tour de France consecutivi dal 1999 al 2005 (un vero e proprio record). 

L'accusa nei confronti di Lance Armstrong è pesante: uso di sostanze proibite e ricorso ad emotrasfusioni ed altre strategie non legittime allo scopo di continuare a vincere le competizioni ciclistiche. 

Il campione di ciclismo - che ormai da tempo corre con la mountain bike - sarà anche escluso per sempre dalle competizioni ufficiali. 

Si tratta della sanzione più pesante mai inflitta ad uno sportivo a causa del doping

Armstrong ha annunciato la sua decisione sul suo sito internet, dichiarando "C'è un momento nella vita di ogni uomo in cui si dice 'quando è troppo è troppo'. Per me questo momento è arrivato. Oggi volto pagina".

Come si ricorderà, il campione di ciclismo ha anche avuto una vicenda personale travagliata, avendo vinto la battaglia contro un cancro anni fa. 

Se la decisione della revoca dei Tour de France diventerà esecutiva (in questo caso il titolo verrebbe assegnato al secondo arrivato), ci sarà uno stravolgimento dell'Albo d'oro dei Tour, e il nostro Ivan Basso potrebbe vincere il titolo per il Tour de France del 2005 (era arrivato secondo). 

Non resta che augurare un grande in bocca al lupo a Lance Armstrong, per la sua carriera futura ma, soprattutto, per la sua vita. 

Roma, 24 agosto 2012 

Avv. Daniela Conte 

Studio Legale Avv. Daniela Conte & Partners 


RIPRODUZIONE RISERVATA