Stop alla prima class action : rigettata nel merito

marzo 18, 2012 0 Comments A+ a-


La prima class action, promossa dal Codacons nei confronti della Voden medical instruments spa per presunta pratica commerciale scorretta in relazione ai test "fai da te" di un  vaccino antinfluenzale, è stata rigettata nel merito dal Tribunale di Milano per mancanza della prova del nesso di causalità

La prima sentenza che si è pronunciata sul merito di una class action è stata emessa, e si tratta di un rigetto: l'azione promossa dal Codacons nei confronti della Voden medical instruments spa, di seguito, per brevità, Voden - una richiesta di risarcimento danni per pratica commerciale scorretta in relazione alla produzione e diffusione dei test "fai da te" contro l'influenza A e B - è stata rigettata nel merito dal Tribunale di Milano, dinanzi al quale era stata promossa.

Eppure le premesse erano buone: la class action era stata dichiarata ammissibile dal Tribunale di Milano; la Corte d'Appello di Milano aveva, successivamente, confermato il giudizio di ammissibilità.

Oggetto della class action è, come si è detto, una richiesta di risarcimento danni per "aver messo in atto pratiche commerciali scorrette consistenti in una pubblicità del prodotto con enfatizzazione di qualità e caratteristiche che invece il prodotto non possedeva". Il prodotto in questione è il test "Ego test Flù", ideato e pubblicizzato dalla Voden, in grado di rilevare la presenza di tutti i tipi di influenza A e B - incluse l'influenza suina e aviaria -. 

Nuovo decreto semplificazioni: si alla cartella clinica elettronica, dal 2014 rapporti con la P.A. solo online

marzo 07, 2012 0 Comments A+ a-

Il Premier Mario Monti
Il nuovo decreto semplificazioni, che ora passa all’esame di Montecitorio, contiene molte novità.

Tra le più rilevanti, si segnalano:

- incentivazione della sanità online: è stato espresso parere favorevole all’introduzione della cartella clinica elettronica, nonchè alla possibilità di prenotare online le visite mediche specilistiche;

- Rapporti con la P.A.: a partire dal 2014 i rapporti tra i cittadini e la P.A. avverranno esclusivamente online (richieste di certificati, pagamento dei contributi per le colf, ecc.);

- Sicurezza sul lavoro: è stata bocciata la “deregulation“;

- I.V.A.: dal 1^ ottobre 2012 passerà dal 21% al 23%;

-Scuola: saranno immessi in ruolo migliaia di dirigenti scolastici che hanno superato il concorso, ma non hanno potuto frequentare il corso di formazione.

Incertezza c’è, invece, in merito all’approvazione della norma che prevede l’assunzione di 10.000 insegnanti di sostegno per gli alunni disabili – il Governo ha espresso, questa notte, parere negativo all’esame che la Commissione Bilancio deve fare sulle coperture -.

Analogamente, vi è incertezza riguardo l’approvazione della norma che prevede l’aumento delle tasse sulla birra e gli alcolici intermedi – come il limoncello -.

Seguiremo l’evolversi della situazione, tenendo aggiornati i lettori.

Roma, 7 marzo 2012                             Avv. Daniela Conte

RIPRODUZIONE RISERVATA

"Sei frocio" : coppia palermitana condannata al risarcimento dei danni

marzo 02, 2012 0 Comments A+ a-



Una coppia di Palermo è stata condannata al pagamento di un'ammenda e al risarcimento dei danni nei confronti di un ragazzo di Bagheria (Palermo). Risarcimento danni anche per l'Arcigay

Una coppia di Palermo è stata condannata dal Giudice di Pace al pagamento di un'ammenda di € 1.200,00 e al risarcimento danni per l'importo di € 500,00 nei confronti di un ragazzo di Bagheria (Palermo). 

La coppia è stata riconosciuta colpevole per avere apostrofato il giovane con epiteti come "frocio", "fai schifo", e per averlo schiaffeggiato in strada

Si tratta di una sentenza definita "storica" dall'Arcigay,  che in una nota ha dichiarato: " Si tratta di una delle pochissime sentenze in Italia e l'unica in Sicilia in cui ad un'associazione per la difesa dei diritti Lgbt viene riconosciuto un risarcimento" e ha aggiunto: " Non solo il magistrato non ha concesso la sospensione della pena, a nostro avviso sottolineando in questo modo la pericolosità sociale e la gravità delle aggressioni di stampo omofobico, ma ha anche riconosciuto il danno reso a tutta la comunita' delle persone Lgbt. Attendiamo in ogni caso di leggere le motivazioni della sentenza che il Giudice depositerà nei prossimi giorni ".

Anch'io leggerò con attenzione le motivazioni di questa sentenza, che condividerò sul blog.

Roma, 2 marzo 2012                          Avv. Daniela Conte 

RIPRODUZIONE RISERVATA