Sentenza Eternit: Schmidheiny e De Cartier condannati a 16 anni di carcere

febbraio 13, 2012 0 Comments A+ a-

Il Tribunale di Torino, dove si svolge il processo Eternit
La sentenza: I due manager di Eternit sono stati condannati a 16 anni di carcere per disastro doloso e omissione di cautele antifortunistiche. Al Comune di Monferrato vanno 25 milioni di Euro a titolo di risarcimento danni, 30.000 Euro ciascuno ai familiari delle vittime

Il Tribunale di Torino ha emesso la sentenza relativa al maxiprocesso Eternit : il magnate Schmidheiny e il barone De Cartier sono stati condannati a 16 anni di carcere per i reati di disastro doloso e omissione di cautele antinfortunistiche
Al Comune di Monferrato sono stati riconosciuti 25 milioni di Euro a titolo di risarcimento danni, 20 milioni alla Regione Piemonte; 100 mila Euro vanno al sindacato e analoga somma è stata riconosciuta all'Associazione Vittime dell'amianto

Ad ognuno dei familiari delle vittime, invece, è stata riconosciuta - a titolo di risarcimento danni - la somma di 30.000 Euro. Alla pasionaria Romana Blasotti Pavesi è stata riconosiuta la somma di 50.000 Euro.

La condanna è stata inflitta per i reati commessi relativamente agli stabilimenti Eternit di Casale Monferrato e Cavagnolo dal 13 agosto 1999 in poi. Sono stati dichiarati prescritti, invece, i reati commessi in precedenza relativamente agli stabilimenti di Bagnoli - quartiere di Napoli - e Rubera - Reggio Emilia -.



Roma, 13 febbraio 2012                                                                     Avv. Daniela Conte 

RIPRODUZIONE RISERVATA