INPS:domande di rimborso di contributi previdenziali per lavoro domestico solo per via telematica

gennaio 15, 2012 0 Comments A+ a-



Con circolare n. 170 del 30.12.2011, l'INPS ha comunicato che dal 1^ gennaio 2012 le domande di rimborso dei contributi previdenziali per il lavoro domestico possono essere presentate soltanto per via telematica.

E' previsto un periodo transitorio: fino al 31 gennaio 2012 si potrà continuare a presentare le domande anche utilizzando i canali tradizionali, ma dal 1^ febbraio 2012 saranno valide soltanto le domande presentate per via telematica.

I canali attraverso i quali potranno essere presentate telematicamente le domande di rimborso sono i seguenti: 
  • WEB: il cittadino munito del codice PIN potrà presentare la domanda collegandosi al sito www.inps.it , andando alla sezione "Servizi online" e facendo il seguente percorso: Al servizio del cittadino – Autenticazione con PIN/Autenticazione con CNS – Servizi rapporto di lavoro domestico – Istanza di rimborso. In questa sezione sarà possibile compilare l'istanza di rimborso inserendo i dati richiesti e procedere all'invio.
  • Contact center integrato INPS-INAIL: chiamando il numero verde 803164, l'operatore provvederà ad acquisire l'istanza, previa identificazione del soggetto dichiarante tramite PIN  e codice fiscale.
  • Intermediari abilitati (Patronati), attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi. Gli intermediari dovranno collegarsi al sito www.inps.it e fare il seguente percorso: Servizi on line/Per tipologia di utente/Aziende, consulenti e professionisti/Lavoratori domestici. In quest'ultimo caso, per l’accesso al servizio è sempre richiesta l’autenticazione tramite PIN, rilasciato dall’Istituto, CNS (Carta Nazionale dei Servizi), rilasciata da una Pubblica Amministrazione ai sensi del DPR 117/04 o mediante altro dispositivo (smart card, chiavetta USB) contenente ”certificato digitale di autenticazione personale” rilasciato da apposito ente certificatore rispondente agli standard definiti per la CNS.
    Effettuata l’autenticazione, l’intermediario potrà procedere alla comunicazione della istanza di rimborso indicando il codice del rapporto di lavoro cui il rimborso si riferisce.
Roma, 15 gennaio 2012                  Avv. Daniela Conte 

RIPRODUZIONE RISERVATA