Costa Concordia: fissata per il 3 marzo 2012 la prima udienza dell'incidente probatorio

gennaio 25, 2012 0 Comments A+ a-

Francesco Schettino, Comandante della "Costa Concordia" - naufragata il 13 gennaio 2012 presso l'Isola del Giglio

Il Gip presso il Trinunale di Grosseto ha fissato per il 3 marzo 2012 la prima udienza relativa al procedimento di incidente probatorio chiesto dalla Procura di Grosseto

Valeria Montesarchio, Gip del Tribunale di Grosseto, ha fissato per il 3 marzo 2012 - presso il Teatro Moderno di Grosseto - la prima udienza relativa all'incidente probatorio chiesto dalla Procura per fare luce sul naufragio della nave da crociera "Costa Concordia", naufragata presso l'Isola del Giglio nella notte del 13 gennaio 2012.

Per il naufragio della Costa Concordia sono attualmente indagati il Comandante della nave Francesco Schettino (agli arresti domiciliari) e il suo vice Ciro D'Ambrosio.

Parti offese nel procedimento penale sono le 4.228 persone - tra passeggeri e membri dell'equipaggio - che erano a bordo della nave della Costa Crociere, la Costa Crociere e il Codacons. A tutti - personalmente o ai propri rappresentanti - sarà notificato il provvedimento del Gip contenente i riferimenti relativi all'udienza suindicata ed emesso il 24 gennaio 2012.

La ricostruzione di quanto accaduto la famosa sera del 13 gennaio 2012 è ancora avvolta nell'incertezza: la Procura di Grosseto, in ogni caso, sta indagando allo scopo di giungere al più presto ad una soluzione - anche per quanto riguarda l'accertamento delle responsabilità e l'individuazione dei colpevoli del terribile naufragio -.

Nel frattempo, continua l'opera dei soccorritori: attualmente ci sono 16 vittime accertate (di cui 10 identificate) e 22 persone ancora da rintracciare (salvo l'individuazione di persone presenti a bordo, ma non registrate nell'elenco dei passeggeri della Costa Concordia).

Sul sito "Tutela legale per i passeggeri della nave Costa Concordia" si possono tante notizie utili e aggiornate relative al naufragio della Costa Concordia del 13 gennaio 2012.

Roma, 25 gennaio 2012             Avv. Daniela Conte

RIPRODUZIONE RISERVATA