Ucraina: l'appello di Yulia Timoshenko è stato respinto. Dovrà restare in carcere

dicembre 23, 2011 0 Comments A+ a-

L'ex Primo Ministro ucraino Yulia Timoshenko
Yulia Timoshenko, l'ex Primo Ministro ucraino condannata nel mese di ottobre a sette anni di carcere per abuso d'ufficio - si veda il mio articolo "Ucraina: l'ex -Premier Yulia Tymoshenko condannata a 7 anni di carcere per abuso di potere. Sentenza politica?" del 11.10.2011 -, dovrà restare in carcere. La Timoshenko - eroina della famosa "rivoluzione arancione" - è accusata di avere sottoscritto, nel 2004, accordi per la fornitura di gas russo ritenuti svantaggiosi dall'attuale Governo.

E' stato, infatti, respinto l'appello proposto dall'Ex Primo Ministro.

Intanto, i rapporti tra l'Unione Europea e l'Ucraina si sono incrinati dopo la decisione di primo grado. Lunedi scorso l'Unione Europea ha posto il rilascio dell'ex - Primo Ministro come condizione per concludere un accordo avente ad oggetto la creazione di una zona per il libero scambio.  

Inoltre, recentemente sono circolate foto che mostrano l'ex Primo Ministro costretta a letto in cella. La donna lamenta forti dolori, e le sue condizioni di salute sono preoccupanti.

La Timoshenko ha puntato il dito contro il suo avversario, Viktor Yanukovych - attuale Primo Ministro -, dichiarando che "Le attuali autorità e il regime di Yanukovych hanno completamente distrutto il sistema giudiziario".

Il Primo Ministro ha respinto le accuse, sostenendo di non avere influito sulla decisione dei Giudici di primo grado e di non avere intenzione di intervenire nella faccenda.

Roma, 23 dicembre 2011                  Avv. Daniela Conte

RIPRODUZIONE RISERVATA