ATM: l'autista ripreso mentre guida con l'Ipad finisce sotto inchiesta. Altri 32 casi in un anno

settembre 19, 2011 0 Comments A+ a-

L'autista con L'Ipad nel video di Repubblica
L'autista dell'ATM - Azienda di Trasporti Milanese -, ripreso in un video con il cellulare diffuso in esclusiva dal sito del quotidiano Repubblica, è finito sotto inchiesta. Rischia una sanzione che va dalla sospensione temporanea dal servizio e dallo stipendio al licenziamento; il regolamento dell'ATM, infatti, stabilisce espressamente l'applicazione di sanzioni discipilinari per la "guida disturbata dall’utilizzo di tablet pc".

L'ATM ha reso noto che in un anno sono stati segnalati 32 casi di autisti sorpresi ad utilizzare telefoni cellulari e computer palmari mentre erano alla guida degli autobus. Per tutti è stata prevista una Commissione d'inchiesta. La prassi aziendale prevede la sospensione per gli autisti sorpresi per la prima volta con apparecchi tecnologici, il licenziamento nei casi di recidiva.

L'Assessore ai Trasporti del Comune di Milano, Pierfrancesco Maran, ha giudicato il comportamento dell'autista "inaccettabile, soprattutto da parte di chi ha la responsabilità dell’incolumità dei passeggeri e degli altri utenti della strada".

Anche i sindacati hanno duramente criticato l'episodio. In particolare, Piero Pozzoli (Uil Trasporti) ha segnalato la circostanza che l'ATM negli ultimi anni ha ridotto il periodo di formazione degli aspiranti autisti - durante il quale gli istruttori insegnano a guidare l'autobus e valutano i singoli partecipanti, segnalando all'azienda eventuali inadeguatezze prima che questi ultimi siano assunti - da 45 giorni a 15 giorni. 


Il video esclusivo di Repubblica:


Roma, 19 settembre 2011          Avv. Daniela Conte 

RIPRODUZIONE RISERVATA