Associazione americana di vittime di preti pedofili denuncia il Papa alla Corte dell'Aja

settembre 13, 2011 0 Comments A+ a-

Papa Benedetto XVI
L'Associazione americana di vittime di preti pedofili Survivors Network of those Abused by Priests e il Center for Constitutional Rights hanno denunciato il Papa Benedetto XVI e altri tre esponenti del Vaticano - il segretario di Stato cardinale Tarcisio Bertone, il suo predecessore cardinale Angelo Sodano e il cardinale William Levada, Prefetto della Congregazione della dottrina della fede - davanti al Tribunale penale internazionale dell'AJA per avere protetto crimini contro l'umanità

Secondo le organizzazioni sopra citate, Papa Benedetto XVI  deve essere incriminato perchè ha "diretta e superiore responsabilità per i crimini contro l’umanità, gli stupri e altre violenze sessuali commesse nel mondo".

Gli avvocati delle organizzazioni sopra citate hanno precisato che è stato necessario proporre ricorso al Tribunale penale internazionale "poiché le azioni legali condotte a livello nazionale non sono state sufficienti a impedire che gli abusi contro i minori continuassero".

Nelle 20.000 pagine di documentazione depositate unitamente alla denuncia vi sarebbero le prove che il Vaticano "ha tollerato" abusi e molestie su minori in tutto il mondo e "protetto" i responsabili.

La speranza dei ricorrenti è che la Corte dell'Aja - organismo indipendente nato nel 2002 per giudicare sui casi di crimini contro l'umanità e di genocidi - decida almeno di avviare un'indagine preliminare allo scopo di verificare se il caso rientra nella sua giurisdizione.

Le organizzazioni a tutela delle vittime dei preti pedofili prossimamente gireranno l'Europa per illustrare la loro tesi accusatoria.

Roma, 13 settembre 2011         Avv. Daniela Conte

RIPRODUZIONE RISERVATA