Svolta nell'omicidio di Anna Politkovskaja: fermato un ex ufficiale, ritenuto l'organizzatore del delitto

agosto 24, 2011 0 Comments A+ a-

Il portavoce del comitato di indagine sull'omicidio della gionalista russa Anna Politkovskaja - avvenuto il 7 ottobre 2006 mentre stava rincasando - ha comunicato l'avvenuto fermo dell'ex tenente colonnello Dmitri Pavliucenkov, all'epoca dei fatti a capo della sezione pedinamenti della Polizia di Mosca, ritenuto l'organizzatore del delitto. Il militare era stato inizialmente convocato in qualità di teste, ma poi la sua posizione è cambiata.

E' stato dichiarato, infatti, che Pavliucenkov "ha ricevuto un ordine da una persona non identificata e accettato di organizzare l'assassinio di Anna Politkovskaia in cambio di una somma di denaro" e "ha promesso dei soldi ai fratelli Makhmudov, acquistato e consegnato la pistola a Rustam Makhmudov, fornito l'indirizzo dove viveva la Politkovskaia e la marca della sua auto. Nello spazio di tre giorni, i Makhmudov hanno osservato i movimenti quotidiani di Anna Politkovskaia e il 7 ottobre 2006 Rustam ha commesso l'omicidio della giornalista davanti all'ingresso del suo condominio".

L'ex tenente colonnello avrebbe creato un'organizzazione criminale composta, tra gli altri, dai tre fratelli ceceni Makhmudov - dei quali uno, Rustam, è stato arrestato nel mese di maggio del 2011 dopo un lungo periodo di latitanza perchè ritenuto l'esecutore materiale dell'omicidio -. Gli altri due fratelli erano stati assolti nel 2009, ma attualmente sono di nuovo indagati insieme al fratello a seguito della nuova inchiesta aperta dopo l'annullamento delle due sentenze di assoluzione da parte della Corte Suprema russa. 

Il portavoce del comitato di indagine ha anche dichiarato che gli investigatori "dispongono di informazioni sul presunto mandante, ma per ora ritengono prematuro renderle pubbliche", elemento fino ad ora mancante ma necessario allo scopo di comprendere chi ha voluto la morte della Politkovskaja. E' noto che la giornalista criticava apertamente Vladimir Putin - all'epoca Presidente - e il leader ceceno Ramzan Kadyrov, oltre a denunciare gli orrori delle guerre russe - cecene.

Sul punto vi sono ancora incertezze: uno dei figli di Anna Politkovskaja non crede che l'ordine di uccidere quest'ultima sia potuto arrivare dall'alto; l'avvocato di uno degli imputati ha dichiarato che il mandante è un uomo politico russo. 

In attesa degli ulteriori sviluppi delle indagini, verrà chiesto l'arresto dell'ex ufficiale fermato. 

Roma, 24 agosto 2011               Avv. Daniela Conte 

RIPRODUZIONE RISERVATA