Roma: arrestata colf. In 7 anni ha rubato circa 80.000 Euro all'anziano datore di lavoro

luglio 17, 2011 0 Comments A+ a-

Una colf filippina è stata arrestata a Roma con l'accusa di furto ai danni del datore di lavoro - un signore di 86 anni -.

La donna, che lavorava presso l'anziano signore da sette anni, aveva scoperto che quest'ultimo custodiva in casa il denaro contante che ogni mese prelevava in banca, riponendolo in un libro di matematica su una libreria. Dal 2008, quindi, aveva cominciato a sottrarre denaro - dapprima piccole somme, poi sempre maggiori-.

I figli dell'uomo hanno cominciato ad insospettirsi notando che il genitore era costretto ad effettuare ingenti prelievi sempre più frequenti. Hanno controllato il conto corrente del genitore e constatato un aumento dei prelievi di denaro a partire dal 2008; nei mesi di gennaio e febbraio di quest'anno - durante i quali la colf, tornata nelle Filippine - erano invece tornati normali. In sette anni, erano stati sottratti circa 80.000,00 Euro.

Uno di loro ha, quindi, deciso di tendere un tranello, mettendo delle somme di denaro nel libro poco prima dell'arrivo della colf - che sono spariti dopo che quest'ultima era andata via -.Si è, allora, recato al Comando dei Carabinieri, raccontando l'accaduto. I carabinieri hanno fotocopiato alcune banconote e le hanno inserite nel libro, appostandosi fuori dalla casa per cogliere la donna in flagrante. Uscita dalla casa, è stata perquisita e sono state trovate le banconote fotocopiate. I Carabinieri hanno, dunque, perquisito la casa della colf, trovando 5.000,00 Euro nascosti sotto il materasso.

La donna è stata arrestata e sarà giudicata per direttissima.

Roma, 17 luglio 2011          Avv. Daniela Conte

RIPRODUZIONE RISERVATA