Corea: gruppo di giovani si suicida buttandosi nel fiume Bukhan. Una sola superstite

luglio 04, 2011 0 Comments A+ a-

Un gruppo di 5 giovani coreani si conoscono su un social network per aspiranti suicidi e decidono di compiere un suicidio di gruppo. Il primo tentativo - inalare gas tossici bruciando carbone in una stanza d'albergo -, però, non va a buon fine. 
 
I giovani decidono, allora, di suicidarsi alle 05:30 del mattino buttandosi da un ponte nel fiume Bukhan - che si trova a 60 Km. da Seul, la capitale della Corea del Sud - dopo avere ingerito pillole di sonnifero.
 
A raccontarlo alla polizia è stata una componente del gruppo, una giovane di 24 anni tratta in salvo dal fiume. Gli altri 4 risultano dispersi perchè il fiume è in piena; si pensa siano morti.  
 
In Corea del Sud il suicidio è la prima causa di morte per i giovani; il mercato del lavoro estremamente competitivo provoca uno stato d'ansia insostenibile.

Roma, 4 luglio 2011                 Avv. Daniela Conte
 
RIPRODUZIONE RISERVATA