ATAC Roma : dal 2012 il costo dei biglietti potrebbe salire a 1,50 Euro

luglio 15, 2011 0 Comments A+ a-


L'ATAC, la Società per i trasporti pubblici di Roma, ha approvato il nuovo Piano Industriale 2011 - 2015; tra le novità, il rincaro del costo dei biglietti a partire dal 2012.

In sostanza, queste sono le nuove tariffe previste:

  • il biglietto ordinario costerà 1,50 e avrà durata 100 minuti - attualmente il costo è di 1 Euro per 75 minuti -; 
  • l'abbonamento mensile costerà 35 Euro, in luogo dei 30 Euro attuali;
  • l'abbonamento annuale costerà 280,00 Euro - attualmente costa 230,00 Euro -; 
  • il biglietto giornaliero costerà 6 Euro, invece di 4 Euro;
  • il costo del B.T.I. - Biglietto Turistico Integrato - aumenterà di 5 Euro. 
L'ATAC ha motivato gli aumenti precisando che i maggiori ricavi saranno utili per migliorare i servizi; il Presidente Francesco Carbonetti ha dichiarato, in proposito, che "si tratta di una proposta molto ragionevole" e che la mancata approvazione da parte della Regione Lazio "determinerebbe una rimodulazione del piano, con ovvie ripercussioni sugli investimenti e qualità dei servizi".

Il Presidente del CODACONS - la famosa Associazione dei consumatori - Carlo Rienzi ha protestato contro i rincari previsti dal Piano Industriale, sostenendo che non sono giustificati da alcun miglioramento della qualità dei servizi offerti - che, al contrario, starebbe peggiorando- e che l'aumento della durata del biglietto sarebbe soltanto "fumo negli occhi", perchè "nessun utente, infatti, viaggia per quasi due ore consecutive sui mezzi pubblici"; ha, altresì, annunciato ricorso al TAR del Lazio e a tutte le sedi opportune nel caso in cui il Comune di Roma approverà la proposta dell'ATAC

Le misure operative previste dal Piano Industriale dovranno ora essere approvate dal Comune di Roma - che è l'azionista di maggioranza - e rese operative dalla Regione Lazio.

Roma, 15 luglio 2011          Avv. Daniela Conte 

RIPRODUZIONE RISERVATA