Bologna: due detenuti condannati per l'omicidio dei coniugi hanno deciso di sposarsi

giugno 17, 2011 0 Comments A+ a-

Una donna di 38 anni di Modena e un uomo di 42 anni di Sassuolo, in provincia di Modena - entrambi detenuti nel carcere Dozza di Bologna - hanno deciso di sposarsi.

Lei è condannata all'ergastolo per avere ucciso con l'amante il marito, al quale erano sa poco stati affidati i figli, nel novembre del 2006; lui è stato condannato a 18 anni di carcere per avere ucciso a coltellate - mel maggio del 2006 - la moglie, dalla quale si stava separando.
I due si conoscevano già prima del carcere e, venuti a conoscenza del fatto di essere detenuti nello stesso carcere, hanno cominciato a scriversi; poi hanno chiesto di incontrarsi in sala colloqui e, da allora, si scrivono e si vedono una volta al mese. 
La donna fa volontariato nella biblioteca della sezione femminile del carcere - dove si trova anche Anna Maria Franzoni - e dovrebbe ottenere la semilibertà tra circa 20 anni; l'uomo deve scontare ancora 12 anni di carcere. 
Se i legali della coppia riusciranno ad ottenere l'autorizzazione superando gli scogli burocratici,  saranno affisse le pubblicazioni e il matrimonio dovrebbe celebrarsi entro la fine dell'estate in carcere, con il rito civile; testimoni saranno i volontari che li assistono nelle attività alla Dozza.

Roma, 17 giugno 2011                   Avv. Daniela Conte

RIPRODUZIONE RISERVATA