Licenziata e condannata per diffamazione per avere dato del "rompiballe" al capo

maggio 19, 2011 0 Comments A+ a-

E.B., responsabile di un magazzino di un'azienda agricola del Cividalese, nel Friuli Venezia - Giulia, è stata condannata per diffamazione nei confronti del titolare dell'azienda; dovrà pagare 1.500 Euro di risarcimento danni e 700 Euro di multa.

Nel 2006, dopo aver chiuso una telefonata con il titolare, la donna gli diede del "rompiballe"; qualcuno che aveva assistito alla scena riferì l'episodio al responsabile, che la licenziò in tronco. 

E.B.è stata condannata in primo grado dal Giudice di Pace; la pena è stata confermata in secondo grado dal Tribunale di Udine, che non ha accolto la tesi difensiva della donna - secondo cui quelle parole "offensive" furono pronunciate in un momento di sfogo -. 

Roma, 19 maggio 2011           Avv. Daniela Conte

RIPRODUZIONE RISERVATA