Torino: tenta di uccidere il marito con un'autobomba e veleno per topi. Arrestata dipendente di "Robe di Kappa"

aprile 27, 2011 0 Comments A+ a-

Emanuela Lopez, 37enne operaia di "Robe di Kappa" ha tentato di uccidere il marito due volte. La prima volta, il 15 aprile di quest'anno, ha provato con un'autobomba messa davanti all'Istituto tecnico di Torino "Grassi"; la circostanza ha messo in allarme tutta la città. In quell'occasione, la donna si era mostrata molto preoccupata per quello che sarebbe potuto accadere al marito.

L'episodio ha messo in allarme la polizia, che ha messo sotto controllo il telefono di Emanuela. Hanno così scoperto, grazie ad un'intercettazione telefonica in cui si sente chiaramente la donna dire all'amante - l'artigiano 38enne Edoardo Domenico Simbula, con il quale ha architettato i tentativi di omicidio - "Non riesco a scioglierlo, è blu e ha un cattivo odore", il nuovo tentativo di omicidio del coniuge mettendo veleno per topi in una zuppa di zucca.

Emanuela Lopez e l'amante sono stati arrestati e avrebbero ammesso le proprie responsabilità. La donna avrebbe detto di avere tentato di uccidere il marito perchè la maltrattava, anche se non ha mai sporto denuncia. Le sue dichiarazioni saranno verificate dagli inquirenti. Emanuela e il marito, che hanno due figli di 17 e 8 anni, è in fase di separazione dopo un matrimonio durato circa 20 anni. Rischia anche un'accusa per tentata strage, se le indagini in corso evidenzieranno che l'autobomba avrebbe potuto uccidere gli alunni dell'Istituto tecnico davanti al quale era stata parcheggiata.

Roma, 27 aprile 2011                           Avv. Daniela Conte
 
RIPRODUZIONE RISERVATA