Roma: Le Iene scoprono ladri di monete a Fontana di Trevi. Vigili indifferenti

aprile 28, 2011 0 Comments A+ a-

Nella puntata del 27 aprile del noto programma televisivo di Italia Uno "Le Iene", è andato in onda il video - inchiesta dell'inviato Filippo Roma sui "ladri di monetine" nella famosissima Fontana di Trevi a Roma. Nel filmato si vede Roberto Cercelletta, detto D'Artagnan, intento a "pescare" monetine nella Fontana di buon mattino, sotto lo sguardo di alcuni vigili urbani presenti.

D'Artagnan è noto nella Capitale perchè ciclicamente preleva monetine dalla Fontana di Trevi; più volte è stato fermato anche per i suoi atteggiamenti strani ed aggressivi.

L'uomo non è solo: poco distanti ci sono due uomini seduti sulla ringhiera - secondo l'inviato della trasmissione si tratta di "pali"; Cercelletta riempie un secchio di monetine e lo porge a loro, che lo portano via.

L'inviato di "Le Iene" si avvicina ai vigili urbani facendo notare quanto sta accadendo e chiedendo i motivi per cui non intervengono, ma non accade nulla.

Ad un certo punto, uno degli uomini si avvicina ad un vigile e gli porge qualcosa, presumibilmente una busta; il vigile si dirige in un portone, forse un albergo situato di fronte alla fontana. 

Cercelletta urla ad un vigile: "Dove sono andati a finire quei 600 Euro ce ti ho dato a Montecatini? Questo è un vigile in borghese, un vigile che pappa".

L'inviato dell programma "Le Iene" viene insultato e minacciato da D'Artagnan, che continua indisturbato a raccogliere monetine. Si vede, poi, una delle persone che sono con lui spingere Filippo Roma nella fontana, mentre l'altra aggredisce l'operatore. Soltanto a quel punto un vigile interviene per porre fine all'aggressione.

Oggi D'Artagnan è tornato alla Fontana di Trevi, è salito in alto e ha cominciato a ferirsi con dei "tagli" sull'addome, fino a quando è sceso con l'aiuto di un agente municipale ed è stato soccorso.

Oggi, dopo il servizio di "Le Iene" la situazione si è presentata molto diversa rispetto a ieri, anche se si sono visti alcuni turisti stesi tranquillamente sulla fontana a prendere il sole. Un uomo di 60 anni, sorpreso a rubare monetine con una canna rudimentale, è stato rincorso dai vigili, che gli hanno intimato di allontanarsi e hanno sequestrato l'arnese.

Indignazione del Sindaco di Roma Alemanno, il quale ha sospeso i tre vigili urbani in servizio presso la Fontana di Trevi e ha scritto una lettera a tutti i componenti del corpo di polizia municipale di Roma deplorando l'accaduto e biasimando "la presenza inerme dei vigili, anche di fronte all'aggressione del conduttore della trasmissione". Alemanno ha anche chiesto al Comandante della pulizia municipale di punire i tre vigili urbani in maniera esemplare.

Ancora più indignato il popolo del web, in particolare gli utenti di You Tube, uno dei siti dove il video è stato pubblicato: hanno lasciato post in cui si sono dichiarati disgustati, delusi, amareggiati. Qualcuno se la prende anche con se stesso in quanto "italiano", scrivendo "mi chiedo perchè nessun cittadino denuncia ciò che vede di sporco e ci deve essere Striscia o Le Iene per mettere in luce la sporcizia civile da reato con la quale viviamo quotidianamente, sempre delegando agli altri il proprio dovere civico. Siamo un popolo di ebeti".

Questo è il video del servizio del programma "Le Iene":


La Fontana di Trevi è piena di monetine perchè a Roma il "lancio della monetina" è un vero e proprio rito, che assicura il ritorno nella città eterna. In una scena "cult" del film Totòtruffa '62, Totò cerca di vendere la famosa fontana ad un turista prospettandogli lauti guadagni a causa delle innumerevoli monetine quotidianamente lanciate dai turisti. 

Questo è il video con la famosa scena del film: 


Questa volta, però, la situazione è davvero seria. 


Roma, 28 aprile 2011              Avv. Daniela Conte

RIPRODUZIONE RISERVATA