Primi ricorsi della Fiom contro l'accordo separato tra la Fiat e gli altri sindacati per lo stabilimento di Pomigliano

marzo 09, 2011 0 Comments A+ a-

Il sindacato Fiom ha annunciato che nei prossimi giorni saranno presentati, presso il Tribunale di Nola, i primi ricorsi contro l'accordo siglato tra la Fiat e gli altri sindacati per lo stabilimento di Pomigliano D'Arco, nel napoletano, nel mese di giugno del 2010. Tra i motivi di impugnazione, la condotta antisindacale e il mancato rispetto della volontà dei lavoratori da parte dei vertici dell'azienda torinese. 

Mario Napolitano, esponente della segreteria dei metalmeccanici della Cgil, ha anche annunciato l'organizzazione di un presidio ,il prossimo 11 marzo, davanti alla sede dell'Unione Industriali di Napoli, dove avverrà un incontro tra gli altri sindacati e i vertici della Fiat per discutere il passaggio dei lavoratori dell'ex Ergom a Fabbrica Italia Pomigliano. "Se la Fiat avesse voluto davvero dare un segnale di speranza", ha dichiarato Napolitano, "avrebbe assunto una bella fetta di operai addetti al modello Alfa 147, che non rientrano in fabbrica, a causa della dismissione del modello, ormai da maggio scorso".

Roma,  9 marzo 2011                   Avv. Daniela Conte